moliLIFE


Oasi WWF

GUARDIAREGIA open data


“La natura può allestire spettacoli straordinari. Il palcoscenico è immenso, le luci strabilianti, le comparse infinite e il budget per gli effetti speciali illimitato.” (Yann Martel, Vita di Pi)
Voglio parlarvi di un luogo, nel cuore del Molise, in cui è possibile ancora perdersi fra boschi di faggio e vallate di tiglio e acero; si tratta dell’oasi WWF di Guardiaregia e Campochiaro. L’area protetta con i suoi 3000 mq è una delle riserve italiane più importanti del WWF.
Adagiata lungo il versante molisano del massiccio del Matese, presenta un paesaggio ricco e variegato con scorci mozzafiato; come quello della cascata di San Nicola oppure delle numerose grotte e gole, che disegnano in maniera articola e inaspettata il paesaggio per chilometri e chilometri, con alcuni abissi, fra cui quelli di Pozzo della Neve (-1048 m) e di Cul di Bove (-913 m) che sono i più imponenti d’Italia. La cascata di San Nicola, invece, ha un’altezza complessiva di circa 100 mt ed ha un regime stagionale, ciò significa che nei mesi estivi è priva d’acqua.
Anche la fauna si rivela ricca di esemplari; grazie alla presenza di numerosi corsi d’acqua, è possibile imbattersi in diverse specie di anfibi, come ad esempio la piccola Salamandrina dagli occhiali, che per la sua peculiarità è divenuta fra l’altro simbolo della riserva stessa.
Ma il padrone assoluto di tutta la riserva è senza ombra di dubbio il lupo, ed è abbastanza facile avvistarlo lungo i sentieri percorribili dell’oasi, soprattutto nelle quote più basse delle zone boschive.
L’oasi è stata istituita nel 1997 e poi successivamente ampliata, fra l’altro fa anche parte del “Programma Clima”, che è un programma di monitoraggio attivato per studiare gli impatti dei cambiamenti climatici sugli ecosistemi naturali.

Informazioni per le visite guidate


Commenta

 

Mappa


Guardiaregia