Blog



Controllo vocale in macchina: puo' aiutarci?


Diamo spesso per scontato il fatto che moltissime auto abbiano sistemi di vivavoce, anche senza fili via Bluetooth, e, almeno chi è più vicino al settore tecnologico, immagina che nessuno ne possa fare più a meno.

In realtà, purtroppo, moltissime persone, pur avendone la possibilità, non sfruttano questi utilissimi sistemi che possono aumentare la sicurezza non solo di chi guida, ma anche di tutti gli altri automobilisti.

La guida distratta causata dal cellulare è addirittura la prima causa di morte nel 2015 secondo Codacons.

Come può la stessa tecnologia, quindi, aiutarci a rendere più sicure le strade?

Apple, Google e Microsoft, oggi le maggiori aziende a lavoro nel settore mobile, hanno sviluppato sistemi di controllo vocale molto efficienti, che ci permettono di rispondere non solo alle telefonate, ma anche ai messaggi senza compromettere la nostra sicurezza.

Siri, in particolare, presente sugli iPhone di Apple, è ben integrato con le auto e diverse case automobilistiche, oltre a produttori di autoradio, stanno sempre più spingendo il suo uso implementando anche CarPlay, che permette una guida ancora più sicura pilotando diverse funzionalità dello smartphone senza toccarlo mai direttamente.

Anche Google ha fatto un ottimo lavoro con Android Auto, ma la presentazione al WWDC di Apple del 13 giugno ha reso ancora più evidente l’interesse di Apple su CarPlay, rendendo possibile in iOS 10 (la prossima versione in arrivo in autunno) l’uso di Siri dalle applicazioni di terze parti.
Ciò significa, in parole semplici, che a partire da iOS 10 sarà possibile rispondere e inviare messaggi WhatsApp, Telegram, e altro, direttamente dall’auto, sfruttando il sistema CarPlay già ben rodato e molto supportato.

Con una spesa relativamente moderata è possibile portare in qualsiasi auto un buon sistema viva voce con supporto CarPlay e Android Auto, dunque… Cosa aspettiamo ad investire nella nostra sicurezza in auto?


Commenta

 


Torna alle news