moliLIFE


Bagnoli del Trigno

BAGNOLI DEL TRIGNO open data


Bagnoli del Trigno un borgo molisano dalle mille suggestioni. Posto scenograficamente intorno e a ridosso di una cresta rocciosa, tutto il costruito si adatta in maniera sapiente al sistema orografico. La sua posizione ha rivestito un ruolo importante nella storia trovandosi in un punto di incontro tra il tratturo Celano – Foggia e il tratturello Castel del Giudice – Sprondasino – Pescolanciano, luogo ricco di storia soprattutto perchè legato sempre a importanti famiglie feudali tra cui i Sanfelice autori con molta probabilità delle modifiche cinquecentesche del bellissimo castello che domina la vallata.
Il particolare sistema orografico del sito oltre ad identificarsi nella scissione tra “Terra di sopra” e “Terra di sotto” si manifesta anche nella biforcazione culturale e sociale degli abitanti che nel corso degli anni passati ha rappresentato motivo di dispute ripetute.
Oltre alle bellezze ambientali meritano attenzione le indiscusse qualità architettoniche rintracciabili in diversi edifici presenti nel paese. E’ nella parte alta del borgo, all’interno del nucleo originario definito Mandriglio, che si possono ammirare il bellissimo castello Sanfelice e la torre campanaria di Santa Maria Assunta, suggestiva è la vista panoramica di cui si può godere dai tanti vicoli del borgo verso le alte montagne del Matese e verso la valle del fiume Trigno. Il primo nucleo del castello pare sia di origini longobarde ma la sua veste attuale è dovuta a interventi cinquecenteschi come la bellissima loggia posta sul lato nord. Nella “Terra di Sotto”, il borgo si Santa Caterina, si possono ammirare invece numerosi edifici dai ricchi apparati plastico-decorativi. Degna di nota è sicuramente la “Casa Romana” con una elegantissima bifora presente sul prospetto e un gruppo scultoreo nell’angolo dell’edificio costituito da una figura umana accosciata che sorregge un leone con una targa, esempi simili sono frequenti in edifici di Agnone.
Interessante è anche la chiesa di Santa Caterina, molto modesta nelle linee architettoniche di insieme ma con un raffinato portale decorato con motivi floreali tipici del romanico in Molise. A dominare il borgo di Santa Caterina è la bellissima chiesa di San Silvestro Papa letteralmente “incastonata” tra due grandi massi rocciosi, la chiesa infatti non ha un prospetto principale con ingresso centrale ma l’accesso è posto sul lato lungo dell’edificio inquadrato da un portale in cui l’apparato decorativo è costituito da colonnine tortili, volti di donna e motivi floreali. Poco distante dalla chiesa, su un alto sperone roccioso, svetta il campanile bulbiforme caratteristico per la sua copertura realizzata con piccole tessere policrome in maiolica che richiama la tradizione costruttiva napoletana.
Qui il visitatore avrà  la possibilità  di sentirsi immerso nella storia e nel fascino delle costruzioni che caratterizzano tanti centri molisani, parte viva del nostro patrimonio se opportunamente valorizzata.

Per scoprire Bagnoli del Trigno seguendo quattro diversi percorsi vi consigliamo:
– S. MANTEGNA, G. MANZO, Bagnoli del Trigno. Guida alla scoperta, Edizioni di Macchiamara, 2012
Per un approfondimento scientifico vi consigliamo:
– S. MANTEGNA, G. MANZO, Bagnoli del Trigno. Ricerche per la tutela di un centro molisano, Tinari 2011


Commenta

 

Mappa


Bagnoli del Trigno